Come si scrive l'indirizzo eMail tutto minuscolo o tutto maiuscolo?

Giorgio Borelli

eMail è case insensitiveMa come si scrive un indirizzo email, tutto minuscolo o tutto maiuscolo? Ne ho sentite di cotte e di crude, maiuscolo, minuscolo, con lo spazio, tutto attaccato, ed altro ancora.

E voi a quale scuola di pensiero appartenete? Siete schierati per quelli che scrivono l'email tutta in minuscolo o tra quelli che sono convinti che vada scritta tutto maiuscolo.

Ma dove stà la verità? Come deve essere scritto effettivamente un indirizzo emai? E se vi dicessi che io solitamente lo scrivo così: mARioRoSSI@nOMEdoMinIO.iT

Sorpresi? Non dovreste, se volete scoprire come effettivamente và scritto un'indirizzo email continuate a leggere questo ironico articolo.

Quante volte avete scambiato il vostro indirizzo email con amici, parenti o più semplicemente per lavoro, e sono sicuro che anche voi avete sentito questo classico scambio di battute:

> Mi dà gentilmente il suo indirizzo eMail?

>> Certamente, scriva: "Francesca Verdi chiocciola hotmail punto com"

> punto com?

>> Si si punto com e tutto minuscolo

> Ah, tutto minuscolo, pensavo tutto maiuscolo

>> No no, l'indirizzo email và sempre tutto minuscolo (con aria di sufficienza)

Francamente questa cosa è molto divertente, sembra strano, riscontro però giornalmente che le persone sono convinte che l'indirizzo email vada scritto tutto minuscolo, SBAGLIATO l'indirizzo email è case insensitive, ovvero non è sensibile alla distinzione tra maiuscole e minuscolo, potete scriverlo indifferentemente come più vi aggrada, magari anche alternando il minuscolo al maiuscolo. Effettivamente però può esserci una spiegazione per questa diffusa convinzione, i protocolli alla base d'internet quali http, smtp, ftp convertono gli URI sempre in lower case (in minuscolo), quindi prescindendo dal meccanisco di conversione dei caratteri in lower case non è del tutto sbagliato affermare che l'indirizzo email vada scritto in minuscolo, a livello pratico però non cambia assolutamente nulla.

Potete scrivere un'indirizzo email come meglio credete, maiuscolo, minuscolo, alternando il maiuscolo al minuscolo e via così con tutte le combinazioni possibili ed immaginabili; potete ad esempio scrivere un indirizzo email anche in questo modo: FranCEScaVerdI@hOTMail.Com state certi che arriverà comunque al destinatario, provare per credere.

NOTA: nei linguaggi di programmazione la distinzione tra caratteri maiuscoli e minuscoli è importante, quindi definiamo linguaggi come:

  • case sensitive -> sensibili alla distinzione tra maiuscolo e minuscolo, per questi linguaggi C#, C++, C, Java dichiarare il nome di una varialbile come maiuscolo o minuscolo fà differenza, sono due variabili distinte.
  • case insensitive -> non sensibili alla distinzione tra maiuscolo e minuscolo, per questi linguaggi Pascal, Basic dichiarare il nome di una varialbile come maiuscolo o minuscolo non fà differenza, rappresenterà sempre la stessa variabile.

Una volta chiarito che l'indirizzo eMail è case insensitive (l'unico errore da non fare è lasciare spazi nell'indirizzo), desidero concludere con un'ulteriore distinzione nell'uso delle maiuscole e delle minuscole su internet, gli account utente (i login) legati all'indirizzo email sono anch'essi case insensitive, mentre le password sono case sensitive, quindi fate bene attenzione a scrivere la vostra password come maiuscola o minuscola poichè questa fà distinzione ed il sistema di autenticazione potrebbe non riconoscervi.

Invito i lettori ad esprimere il proprio parere tramite i commenti, raccontate come siete soliti scrivere i vostri indirizzi email in maiuscolo o minuscolo, magari anche voi avrete sentito dei coloriti scambi di battuta sullo scambio degli indirizzi email.

Categorie: e-mail | Internet | Web

Tags:

Commenti (26) -

Gilberto
Gilberto says:

Argomenti molto interessanti e molto ben spiegati.

Rispondi

Grazie, felice che ti piacciano, troppo buono.

Rispondi

Questo vale anche per gli URL?

Rispondi

Certamente,
anche gli URL sono case insensitive, per il protocollo http non c'è distinzione tra scrivere un indirizzo web tutto maiuscolo o minuscolo.

Rispondi

Giorgio Magni
Giorgio Magni says:

scusa se proseguo dopo tanto tempo (non so neppure se puoi leggere questo ora), ma proprio ieri ho pubblicato qualche pagina sul servizio (free) siti di Libero e questo server distingue le maiuscole dalle minuscole (server Linux ?)
Sono arrivato al tuo blog con una ricerca sull'argomento "URL case sensitve",
Se ti serve posso inviarti l'URL assegnatomi: dopo il classico digilander... c'è il mio nick di Libero Mail, che a suo tempo (senza avere questa esigenza) avevo registrato con qualche maiuscola per ottenere una migliore lettura.
Puoi farmi avere un tuo riscontro alla mia mail (comunque ho fleggato "Avvisami ...)

Rispondi

Beh! il discorso è spinoso, ed anche io dovrei documentarmi ulteriormente, sicuramente i sistemi operativi Linux/Unix sono case sensitive, al contrario di quelli Windows, pertanto è possibile che il tuo indirizzo differisca tra maiuscolo e minuscolo. Facendo una ricerca ho trovato questa pagina:
http://www.w3.org/TR/WD-html40-970708/htmlweb.html

dove dice che gli url sono case-sensitive, quindi mi sbagliavo? Non ne sono totalmente sicuro, probabilmente i web server (IIS ed Apache i più usati) lavorano in modo diverso, poi c'è da considerare l'univocità del nome a dominio al NIC, bah non sono così addentrato in questo argomento, ed ammetto di non saperti dare una risposta definitiva, probabilmente avevo una sbagliata convinzione, di certo bisognerebbe approfondire l'argomento o aspettare che qualcuno ci dia un chiarimento definitivo.

Rispondi

Giorgio Magni
Giorgio Magni says:

Rispondo ancora al tuo riscontro (ricevuto per mail),
e riporto questi dettagli chiarificatori:

ho poi trovato qualche intervento più preciso a riguardo
(faccio seguire 2 link),
in cui si mostra che, in server Linux/Unix,
la parte dell'Url situata DOPO il "dominio principale" è case sensitive

Infatti, per me che ho preso uno spazio gratuto di Libero,
risultano case sensitive sia il mio nick ("sottodominio")
e sia le pagine che ho caricato.

Beh: ho portato (e terrò) tutto a minuscolo

www.infocellar.com/.../URL-case-sensitive.htm

http://www.coolnotions.com/Articles/Article_02.htm

Rispondi

Grazie molte Omonimo,
il tuo intervento ha permesso a me e a chi legge di saperne di più, abbiamo approfondito sicuramente il concetto di URL, che adesso sappiamo essere case-sensitive, anche se altri punti resterebbero da chiarire, ma la cosa che più di tutti mi chiedo è come mai questa difformità di comportamento nella lettura degli url da parte dei sistemi windows e linux, il w3c non dovrebbe regolamentare questi aspetti che sono fondamentali per il web? Voi che ne dite?

Ogni ulteriore chiarimento in merito sarà fortemente gradito.

Rispondi

Karmain89
Karmain89 says:

Io vorrei che la mia e-mail risulti sia con caratteri maiuscoli che minuscoli...è possibile??? o è indifferente...Grazie mille ciaooo

Rispondi

Ciao,
la tua e-Mail (come quella di chiunque altro) è univoca, ossia non ve ne può essere un'altra identica, poi puoi scriverla come ti pare, grande, piccola o alternata, quindi in pratica scrivere l'e-mail in maiuscolo o minuscolo è indifferente.

Rispondi

mi è appena arrivata una mail (in cui il destinatario era in copia), indirizzata a ANDREA.SEMPRINI@gmail.com.
invece la mia è appunto andrea.semprini@gmail.com
cosa ne devo dedurre? che gmail distingue tra maiuscolo e minuscolo?
comunque è la prima volta che mi succede. che sia perchè la mail era in copia e non come destinatario?

grazie in ogni caso.

Rispondi

Ciao Andrea,
Gmail non centra, è il protocollo alla base d'internet per l'invio delle eMail, ovvero SMTP (Simple Mail Transfer Protocol), ad essere case insensitive (non fà distinzione tra maiuscole e minuscole), o più precisamente, il server SMTP converte tutti gli indirizzi in minuscolo.

Nel tuo specifico caso, come hai ipotizzato tu stesso, penso che sia rimasto maiuscolo proprio perchè era in copia, ma sarebbe tutto da verificare, ad ogni modo il tuo indirizzo è sempre lo stesso ed è unico, sia che lo scrivano grande o che lo scrivano piccolo.

Rispondi

PIER CARLO
PIER CARLO says:

Ho sempre scritto la mia email in minuscolo credendo che influenzasse, oggi ho imparato una cosa nuova. GRAZIE

Rispondi

Una piccola correzione in merito agli url. La cosa è giusta, ma solo per il nome a dominio, non il resto del percorso.
Esempio:
http://www.corriere.it/OPINIONI/ non va
http://www.corriere.it/opionioni/ va

Rispondi

Ciao Oscar, una piccola correzione a te, ribadisco e confermo che anche gli URL completi (e non solo il nome a dominio) sono case insensitive, ossia è indifferente scriverli maiuscolo o minuscolo.
Esempio:
http://www.gds.it/gds/sezioni/moda/
http://www.gds.it/GDS/sezioni/MODA/
http://www.GDS.it/GDS/SEZIONI/MODA/

come vedi vanno tutti i link, anche alternando il maiuscolo al minuscolo.
Ora tu ti chiederai come mai sul Sito del Corriere della Sera non vale e su quello del Giornale di Sicilia sì, beh! credo che il sito del Corriere implementi uno script lato server per la riscrittura/redirect degli url in solo carattere minuscolo, ma è un discorso esclusivamente loro, in generale vale la regola che anche gli URL sono case insensitive, se ancora non mi credi prova anche su altri siti, vedrai che è giusto come dico io.

Grazie cmq del tuo contributo, è servito per approfondire e fare chiarezza su un ulteriore punto, torna pure quando vuoi.

Rispondi

Bisogna dire che effettivamente ha ragione Oscar.

Se il sito del Corriere della Sera fa differenza tra maiuscole e minuscole e quello del Giornale di Sicilia no, significa che la "rete" consegna la stringa dopo il dominio così com'è (case-sensitive).

Nel tipico protocollo://dominio/percorso
il protocollo è case-insensitive (è interpretato dal browser),
il dominio è case-insensitive (è interpretato dalla rete),
il percorso è case-sensitive (è interpretato dal server).

Il percorso va consegnato integro perché ogni server lo interpreterà a modo proprio.

Rispondi

Disamina perfetta Walter,
hai ragione, gli url vengono interpretati esattamente come dici, allora (nel 2011) mi sbagliavo.

Desidero però aggiungere giusto un piccolissimo tassello sul discorso percorso dell'URL, quest'ultimo è case sensitive, ma non per tutti i web server, ad es. per Apache si ma per IIS no, infatti i server Windows (IIS) non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole, creando così un problema di contenuto duplicato. T'invito a leggere questo mio articolo come ulteriore approfondimento:
www.informaticando.net/.../...enuto-duplicato.aspx

Grazie molte per il tuo intervento chiarificatore, sei sempre il benvenuto, torna a commentare pure quando vuoi, saluti Giorgio.

Rispondi

non ho ancora capito come siscrive inminuscolo'

Rispondi

Non capisco cos'è che non capisci o se è una battuta! Puoi spiegarti perpiacere.

Rispondi

Complimenti Giorgio, sei proprio un benefattore del Web. A ciascuno la sua missione. Grazie

Rispondi

Ben poco rispetto alla Sua di Missione, grazie per i complimenti, ricambio, ed aggiungo che se c'è un Benefattore quello è sicuramente Lei Wink.

Invito i lettori a visitare il Blog di Mauro, capirete così quanto Mauro porti del bene a tanta gente, ce ne fossero di persone "illuminate" come Te!!!
http://www.pgvcappuccinipalermo.it/

Rispondi

Giorgio Borelli
Italia Giorgio Borelli says:

l'articolo del link dice che la parte a sx della chiocciola "@", chiamata "local mailbox part" è case sensitive, ovvero fà differenza scriverlo maiuscolo o minuscolo, mentre la parte a dx, detta "the domain name part" è case insensitive, ovvero non fà distinzione. Aggiunge inoltre, che gli ISP (Internet Service Provider) per evitare confusione rifiutano e rigettano l'invio di e-mail che non siano scritte tutte maiuscole o minuscole, conclude infine dicendo che è buona norma quando si crea e usa un indirizzo e-mail di scriverlo sempre minuscolo.

Il sito sembra molto autorevole e tira in ballo pure riferimenti a degli standard, tuttavia ho fatto delle prove, scrivendo il local mailbox part (a sx della @) con caratteri alternati maiuscoli e minuscoli e l'e-mail partono ed arrivano ugualmente.

L'argomento suscita pertanto ulteriore interesse e necessità di approfondimento, probabilmente quell'articolo potrebbe anche avere ragione (per la sola parte a sx), ed un ipotesi che mi viene in mente è che probabilmente gli ISP impostino i server di posta elettronica per gestirla come se fosse totalmente case insensitive.
Resta il fatto tangibile e provabile, che all'uso pratico l'e-mail è case insensitive.
Chiunque ne sappia di più o voglia darci delucidazioni in merito, i loro commenti saranno veramente ben accetti.

Grazie Giuseppe per questo tuo link, per mezzo di esso la discussione resta viva, intervieni pure nuovamente quando vuoi.

Rispondi

Cosimo Meli
Italia Cosimo Meli says:

Beh... dando un'occhiata su en.wikipedia.org/wiki/Email_address e relative fonti si evince che gli standard (esattamente RFC 5322 e RFC 5321) stabliscono che la local-part (la parte prima della @) è case sensitive, mentre il dominio è case insensitive. Ma come ci si aspettava fa presente, ed è un dato di fatto, che molte società trattano l'indirizzo e-mail come interamente case insensitive. Fa anche alcuni esempi di ulteriori restrizioni di Windows Live e Gmail (che ad esempio ignora i punti nella local part).  Nessuno impedisce alle società di gestire come meglio credono i propri mail-server, per cui ognuna applica le regole e limitazioni che vuole.
Ciao!

P.S.: La domandina random anti-spam è un toccasana, ci stava proprio!

Rispondi

Giorgio Borelli
Italia Giorgio Borelli says:

e grazie alla ricerca svolta dal nostro puntuale e preciso Cosimo abbiamo forse risolto definitivamente il mistero, fra l'altro avvalora la mia ipotesi che dipende molto dalle società che offrono i servizi di posta, di fatto e nel suo uso pratico la e-mail è quasi sempre e totalmente case insensitive.

Ovviamente chiunque voglia aggiungere qualcos'altro noi siamo qui pronti ad ascoltarlo o meglio a leggerlo Smile.

Grazie Cosimo, io non ce la faccio ad approfondire tutti gli argomenti e le ricerche in tempi brevi, soprattutto se dubbiosi come questi, sei stato davvero utile e chiarificatore.

P.S. sebbene i filtri anti-spam siano attivi, qualcuno ogni tanto riesce a passare, stai pur certo però che avrà vita breve poichè intervengo puntualmente a cancellarlo, figurati che nemmeno l'ho letto.

P.S.S. sto ancora aspettando il secondo ;)

Rispondi

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading