Consigli e trucchi per navigare velocemente tra le Risorse di Rete

Giorgio Borelli

Come navigare velocemente tra le risorse condivise in reteNel precedente articolo avevamo visto le nozioni di base per usare una rete domestica in ambiente Windows, condividere o rendere una cartella privata in rete è semplicissimo, basta fare tasto dx su di essa e scegliere proprietà ed abilitare la condivisione dall'opportuna scheda, settando eventualmente anche gli opportuni permessi.

Ma come si fà ad accedere alle risorse condivise in rete? Basta andare in start -> Risorse di Rete, tutto quà direte voi, beh si accedere alle risorse in rete è davvero banale, ci sono però alcuni trucchi e scorciatoie per raggiungere le risorse condivise che non tutti conoscono, i quali permettono di risparmiare una notevole quantità di tempo e muoversi agevolmente nella rete.

Andiamo a scoprire dunque quali sono i metodi per accedere alle risorse di rete, dai più semplici sino a qualche trucchetto da vero geek.

Per poter accedere ai file, le cartelle, i device e le stampanti condivise in rete ci sono tanti modi, alcuni più pratici e veloci di altri, facciamone una breve panoramica svelando in più qualche trucchetto che la nostra rete potrebbe nascondere.

 

Accedere tramite Risorse di Rete

Il metodo più classico e semplice è sicuramente quello che ci mette a disposizione nativamente Windows, per visualizza le risorse condivise in rete basta andare in "Start -> Risorse di Rete", a questo punto si aprirà la finestra che mostra tutte le cartelle condivise in rete, e basterà farvi doppio click per accedervi (avendo i permessi).

Possiamo anche scegliere di cambiare il tipo di visualizzazione o meglio di raggruppamento, se sappiamo che la nostra risorsa condivisa si trova su un determinato PC, e non riusciamo ad individuarla immediatamente tra le tante cartelle presenti in "Risorse di Rete", possiamo cliccare sul menu a destra alla voce "Visualizza computer del gruppo di lavoro", come è facile intuire ci verranno mostrati tutti i computer facenti parti del gruppo di lavoro della rete definita in Windows.

NOTA: per accelerare notevolmente la visualizzazione e l'accesso alle risorse di rete bisogna cancellare una chiave di registro, affinchè Windows non esegui il controllo di eventuali operazioni pianificate in rete.

 

Accedere tramite Esplora Risorse

Esplora Risorse è il programma che consente di sfogliare e navigare tra le cartelle del nostro pc, mostrando la struttura ad albero in un riquadro a sinistra, il percorso (o path) sulla barra degli indirizzi e a destra il contenuto della directory selezionata, una sorta di browser web per il computer locale. Questo è richiamabile da Start-> Programmi -> Accessori -> Esplora Risorse, o molto più semplicemente basta fare tasto destro su Start e scegliere la voce "Esplora Risorse" dal menù contestuale.

Esplora Risorse ci consente non solo di navigare all'iiterno del computer locale, ma anche attraverso la rete, questa infatti viene mostrata come una vera è propria Risorsa del Computer posizionata a livello di Root. La sua visualizzazione ad albero risulta estremamente comoda per individuare subito le sotto directory e l'organizzazione generale delle risorse, siano queste locali o condivise in rete; da notare che sulla barra degli indirizzi posta in alto di Esplora Risorse viene sempre mostrato il path della directory che stiamo visionando, in caso di risorsa condivisa viene mostrato il percorso di rete o anche indirizzo UNC (Universal Naming Convetion).

NOTA: la stessa funzionalità di navigazione attraverso il computer locale o le risorse di rete espletate da "Esplora Risorse" può essere effettuata anche a mezzo Internet Explorer o qualsivoglia altro browser.

 

Accedere direttamente alle risorse di rete tramite i percorsi UNC

Per un'amministratore di rete o un geek, muoversi tra le risorse di rete con i classici strumenti di Windows è roba per bambinetti, loro solitamente fanno uso dei percorsi UNC (Convenzione di denominazione universale), ovvero uno standard che indica in maniera univoca un file o una cartella su una qualsiasi rete, sia questa Windows, Linux, Mac o quant'altro.

Per far uso dei path UNC, bisogna conoscere l'esatta locazione del file in rete, e digitarne il percorso o nella barra degli indirizzi di Esplora Risorse o da quella d'Internet Explorer o altro browser web. Il percorso UNC è composto da un doppio backslash iniziale seguito dal nome della macchina remota, e successivamente da tanti backslash (uno per volta) quante sono le sottodirectory da esplorare, un'esempio in questo caso è meglio di mille parole:

\\PC-Giorgio\Shared\Documents

\\PC-Flavia\Shared\Documents\Pagella.doc

Il primo percorso sfoglierà la cartella condivisa documenti sulla macchina "PC-Giorgio", il secondo aprirà direttamente il file "Pagella.doc" sulla macchina "PC-Flavia"; fermo restando di avere i giusti permessi di accesso e lettura alle risorse richieste.

Un path UNC può anche essere comodamente digitato nel comando Esegui + Invio, anzi senz'altro è il modo più diffuso e comodo con cui viene usato, ed inoltre nulla toglie di poter usare direttamente l'Indirizzo IP della macchina remota anzichè il suo nome, in questo modo:

\\192.168.1.77\Shared\Documents

Con la funzione di autocompletamento e di cronologia presenti rispettivamente nel comando Esegui ed in Esplora Risorse, accedere alle Risorse Condivise in Rete diventa davvero molto più veloce ed efficace, basta soltanto prenderci un pò la mano.

Il percors UNC può essere usato anche all'interno del "Search" (F3) di Windows, il quale consente non solo di cercare file all'interno della propria macchina locale, ma anche all'interno della rete, quindi possiamo considerarlo a tutti gli effetti un'ulteriore metodo per accedere alle Risorse Condivise.

NOTA: anche le stampanti condivise in rete possono essere raggiunte tramite i path UNC, basta far seguire al percorso il nome della stampante che si vuole raggiungere, molto utile ad esempio durante l'installazione di una stampante di rete, basta specificare il suo path UNC anzichè perder tempo col tasto "sfoglia".

 

Creare delle scorciatoie con le Unità di Rete

Sebbene gli strumenti di Windows come "Risorse di Rete" ed "Esplora Risorse", assieme ai path UNC coprano la totalità delle funzioni per navigare all'interno della propria rete LAN, si può sentire l'esigenza di accedere ad un disco o risorsa condivisa in maniera immediata, con un semplice doppio click ad esempio, come facciamo per il nostro dico C o la cartella documenti.

Bene, questo è possibile grazie alle "Unità di Rete", Windows consente infatti di mappare delle risorse condivise a cui si accede più spesso o che rappresentano il percorso per un programma in rete, e ritrovarsi questo collegamento tra le voci delle "Risorse del Computer", come avviene per il disco C o per il lettore Ottico (CD/DVD).

Wizard per la creazione guidata di una Connessione unità di rete Per creare un'Unità di Rete, andare in Start->Risorse del Computer->menù Strumenti-> Connetti unità di rete... a questo punto si aprirà la finestra di un Wizard per la creazione guidata dell'unità.

Scegliere la lettera che si vuole assegnare all'unita di rete, e la cartella di destinazione, che può essere sia una risorsa condivisa in rete che una cartella locale che si desidera magari raggiungere facilmente.

Lasciare il segno di spunta su "Riconnetti all'avvio", in questo modo ad ogni nuovo riavvio della macchina il collegamento all'unità di rete sarà subito "attivo" (sempre se la risorsa remota è accesibile).

Adesso basta cliccare su "Fine" per avere attivo e funzionante la propria "Unità di rete" tra le Risorse del Computer, ovviamente se ne possono creare più di una, e per eliminarla basta fargli click di sopra col tasto destro del mouse e scegliere "Disconnetti Unità di Rete" dal menù contestuale.

Le unità di rete si possono usare come vere e proprie risorse del computer, si possono creare ad esse dei collegamenti sul desktop per averle subito a portata di click, o usarle nei percorsi UNC, se la nostra unità di rete creata con la lettera "Z:" mappa una cartella condivisa in rete ad esempio, basterà scrivere M: + Invio dal comando esegui per raggiungerla.

Infine sulle unità di rete diciamo che queste ovviamente devono puntare a risorse che siano attive e condivise, ovvero se il PC che ospita la nostra cartella condivisa non è acceso, l'unità di rete presenterà una X rossa sulla sua icona a simboleggiare che l'unità non è raggiungibile, basterà accendere il PC e fare nuovamente doppio click su di essa per accedere nuovamente alla risorsa remota.

 

Nascondere le cartelle condivise in Rete

Desidero chiudere questo post, svelandovi un'ulteriore trucchetto. Oltre a poter condividere ed assegnare privilegi e permessi alle risorse condivise in rete, possiamo anche nasconderle ad occhi indiscreti, per nascondere una cartella in rete basterà aggiungere il simbolo del dollaro "$" al nome assegnato per la condivisione, ad esempio "Shared$", così facendo la cartella non sarà visibile agli occhi degli altri utenti che accedono alla rete. Basterebbe assegnare delle restrizioni alla cartella in modo che solo voi o alcuni possano accedervi, che bisogno c'è di renderla invisibile potrebbe farmi osservare qualcuno di voi, beh, oltre a poter specificare sempre gli opportuni permessi, nascondere una cartella in rete ha il vantaggio ulteriore di non rendere consapevoli gli altri utenti della sua presenza.

Allo stesso modo quando nascondiamo una cartella condivisa in rete, l'occultiamo non solo agli altri utenti ma anche a noi stessi, come facciamo quindi a raggiungerla se questa non compare più tra le Risorse di Rete? Basta usare i potenti percorsi UNC seguiti dal simbolo del dollaro "$", in questo modo ad esempio:

\\NomeComputer\Documents\Shadow$

Ricordatevi infine che i percorsi UNC sono case insensitive, ossia potete scriverli in maiuscolo o minuscolo senza distinzione alcuna. Chiunque voglia aggiungere qualcosa o porre una domanda può farlo tramite i commenti.

Categorie: Hack | Reti

Tags: ,

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading