Creare un CD Live di Windows XP con Bart PE Builder

Giorgio Borelli

come crearu CD/DVD avviabile di Windows XP con l'ultility Bart PE BuilderGli utenti di Linux sanno bene cosa sia un CD Live, su quasi tutte le versioni del Sistema Operativo del pinguino esistono dei CD avviabili che permettono di caricare una versione ridotta del sistema operativo in grado di consentire il completo controllo della macchina.

L'utilità di un CD Live è enorme, in quanto consente di avviare la macchina anche in caso di assenza del disco fisso o quando questo è danneggiato, o ancora in presenza di virus. In altre parole uno strumento utilissimo per il recovery di un sistema.

Molti degli utenti Windows non sanno che anche per loro esiste questa possibilità, è possibile creare CD Live Windows sia con Windows Preinstallation Enviroment (WinPE) sia con Bart PE. Il primo è un tool di casa Microsoft che permette di creare un CD Live con il kernel di Windows XP, il secondo è un tool di terze parti creato da Bart Lagerweij.

Anche se WinPE svolge bene il suo lavoro, la mia preferenza cade senza ombra di dubbio su Bart PE (Bart Preinstalled Environment), quest'ultimo infatti è supportato da una interfaccia grafica mentre WinPe è a riga di comando, ed ulteriore vantaggio è dato dal fatto che è supportato per tutte le versioni di Windows XP e di Windows Server 2003 mentre WinPE è usabile solo con le versioni OEM di Windows (licenza per versioni windows preinstallate sulle macchine).

Bart PE Builder è uno strumento indispensabile per tutti gli amministratori e tecnici, andiamo a scoprire come funziona.

Tramite Bart PE creare un CD/DVD Live di Windows XP o di Windows Server 2003 (non supporta glia altri sistemi NT come Windows 2000 nè gli altri sistemi operativi di casa Microsoft) partendo dall'installazione originale di questi sistemi operativi è molto semplice, saremo così in grado di avviare la macchina direttamente dal CD Live per eseguire tutte le operazioni di recovery necessarie in caso di emergenza.

Per creare il nostro CD Live di Windows (CD avviabile Bart PE), per prima cosa assicuriamoci di avere almeno 500Mb di spazio libero sull'Hard Disk (spazio minimo per operare), dopodichè scarichiamoci l'ultima versione del software Bart PE.

Una volta scaricato, lanciamo l'eseguibile pebuilder.exe, ci viene chiesto di accettare la licenza, facciamo click su "I Agree" e andiamo avanti. A questo punto il software ci chiederà da dove prendere i files d'installazione di windows, questi possono essere presenti sul disco fisso, ma facciamo bene attenzione poichè non corrispondono ai file presenti sotto C:\Windows, quelli sono i files installati e non d'installazione di Windows. Se non abbiamo presenti sulla nostra macchina i files d'installazione inseriamo il CD originale di Windows e diciamo a PE Builder di costruire il CD bootable (avviabile) Bart PE direttamente dal disco originale di Windows.

Procedendo nel Wizard, selezioniamo l'opzione scrivi CD, e specifichiamo il masterizzatore con il quale vogliamo scrivere il CD facendo ben attenzione che l'opzione "AutoErase RW" sia selezionata. A questo punto PE Builder ci chiederà se vogliamo creare la directory BartPE, rispondiamo SI e andiamo avanti. L'ultimo passaggio prima della scrittura vera e propria del CD Bart PE, sarà quella di accettare le condizioni della licenza Microsoft in merito al sistema operativo Windows per il quale stiamo creando un CD avviabile.

Una volta avviata la masterizzazione, PE Builder impiegherà pochi minuti per la creazione del CD Bart PE, al termine del quale non dobbiamo far altro che cominciare ad usarlo.

NOTA: è possibile anche creare una immagine ISO del CD Bart PE sul nostro file system, e masterizzarla successivamente.

 

Per far partire il sistema col CD Live di Windows appena creato, dobbiamo settare le impostazioni di boot in modo tale che come primo device di avvio la macchina legga dal lettore CD/DVD. Per far questo, riavviamo la macchina ed entriamo nel BIOS (solitamente premendo F2 o Canc durante i primi secondi di avvio della macchina), andiamo sulla schermata di boot selezioniamo il lettore CD come primo device di avvio, salviamo il tutto ed usciamo.

NOTA: In molti sistemi è possibile selezionare direttamente i boot device senza bisogno di entrare nel bios, premendo F12 o F10 sempre durante la prima fase di avvio della macchina.

Al successivo riavvio, la macchina cercherà di leggere per prima cosa dal CD, assicurandoci di aver inserito il nostro CD Live Windows (Bart PE) creato con PE Builder nel lettore, riusciremo ad avviare la macchina dal nostro CD Bart PE, la schermata che vi si presenterà durante l'avvio sarà pressapoco questa:

avvio di Bart PE da boot CD per il recovery di sistemi Windows

Il classico Start è sostituito da GO, e come prima cosa vi sarà chiesto se desiderate impostare le connessioni di rete o meno. Anche se dall'interfaccia un pò spartana, Bart PE si presenta come un vero e proprio sistema operativo, esso riconosce tutto l'hardware ed i device della vostra macchina. Vi permette di accedere all'Hard Disk (se leggibile), lettori, pen drive o qualsiasi altra periferica (con un anaogo Esplora Risorse per Windows). Potete spostare, copiare o rinominare file (anche in rete), accedere al registro e compiere una serie di operazioni (compreso il partizionamento) utili al recovery del vostro sistema. Inoltre dal menù GO è possibile richiamare anche gli accessori di base di Windows, quali notepad, paint ed alcune utility di sistema.

Be Part risulta essere uno strumento indispensabile per il recovery di sistemi Windows, utilissimo anche per il recupero di dati e file da macchine che non vogliono avviarsi, insomma sia che voi siate un tecnico o un semplicissimo utente, e non avete ancora creato la vostra copia di CD Live di Windows (Bart PE) credo che sia giunto il momento di farlo con Bart's PE Builder.

Categorie: Recovery | Windows

Tags:

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading