Hacker violano email del movimento 5 stelle

Giorgio Borelli

Gigantografia del volto di Beppe Grillo al V-DAYDa poco si è diffusa la notizia che ignoti Hacker abbiano violato gli account di posta elettronica di svariati parlamentari del movimento 5 stelle, il comunicato è avvenuto tramite il noto portale di video sharing YouTube, gli Hacker hanno diffuso un video nel quale oltre a scorrere i volti noti dei parlamentari del M5S vengono rilanciate le loro richieste.

I pirati informatici si presentano come "Gli Hacker del Partito Democratico", ed affermano di possedere copia delle e-mail di diversi membri del movimento 5 stelle, affranti e delusi da quanto letto chiedono la resa dei conti poichè imputano al movimento di Beppe Grillo di millantare trasparenza ma di fatto anche loro si stanno arricchendo con la politica.

Il ricatto è semplice e chiaro, Gli Hacker anonimi del PD chiedono la pubblicazione immediata:

  • Dichiarazione dei redditi e patrimoni di Beppe Grillo
  • Dichiarazione dei redditi e patrimoni di Gianroberto Casaleggio
  • I ricavi dettagliati del blog di Beppe Grillo ed attività correlate

Se la loro richiesta non verrà soddisfatta, minacciano di pubblicare la casella di posta elettronica di un deputato o senatore del movimento 5 stelle ogni settimana per i prossimi 6 mesi. Mostrando così al pubblico la verità (dicono loro) di quanto poco ci sia di trasparente e leale all'interno del M5S che ha tradito la speranza e la fiducia che aveva creato negli italiani per un vero cambiamento.

Le minacce non sembrano vane, e le loro affermazioni non sono campate in aria, probabilmente possiedono davvero copie di centinaia di e-mail di deputati e senatori del M5S, affermano di seguirli ed osservarli (informaticamente parlando) da svariato tempo, quindi presumibilmente le informazioni in loro possesso sono davvero tante, e tanto per dare un assaggio che non stanno scherzando come prima azione intimidatoria infatti hanno divulgato un link dal quale è possibile vedere (scaricare) le e-mail di Giulia Sarti, deputata del M5S, capolista dell'Emilia-Romagna.

Attualmente non si ha ancora notizia certa che il download sia funzionante, non si sà pertanto se Gli Hacker del Partito Democratico bluffino o facciano sul serio, resta di fatto che affermano che continueranno a pubblicare la posta elettronica dei rappresentanti del movimento 5 stelle sino a quando le loro richieste non saranno soddisfatte.

Staremo a vedere come finirà, cosa c'è di vero e cosa no, e se Grillo e i suoi cedranno al ricatto o meno, preoccupati forse di veder divulgare notizie compromettenti, chi lo sà? Il fatto certo è che ci sia stata o si e tentato di ledere e violare la privacy di persone che rivestono un ruolo pubblico, il che aggrava ancor di più il già gravissimo atto di spiare le informazioni personali di chiunque.

Per chi volesse può osservare il video al seguente link: Video Hacker Anonymous del PD violate e-mail M5S

Questa notizia porta una conseguenze di domande non banali:

      • - Come hanno fatto gli Hacker ad entrare negli account di posta elettronica dei deputati?
      • - Quali tecniche di Hacking hanno adottato? Forse più di una?
      • - Le password degli account e-mail del M5S erano abbastanza sicure?
      • - Usavano la stessa password per più account e/o registrazioni?

Ci sarebbe da scrivere un enciclopedia su questo, lasciamo a voi le considerazioni attraverso lo spazio dei commenti, io dal canto mio desidero lasciarvi con una frase letta dal famoso romanzo Crypto di Dan Brown.

"Tutti abbiamo il diritto di avere i nostri segreti. Un giorno o l'altro farò in modo che sia possibile."

Categorie: e-mail | News | Sicurezza Informatica

Tags: ,

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading