Richiamare Ripristino Configurazione di Sistema da DOS

Giorgio Borelli

Richiamare il wizard Ripristino Configurazione di sistema da DOSIl tool Ripristino Configurazione di Sistema di Windows è uno strumento di recovery molto potente, esso crea delle "immagini" della configurazione del sistema ad una certa data, permettendo così di riportare il sistema allo stato precedente al verificarsi di un malfunzionamento, tali "immagini" sono chiamate punti di ripristino.

Il punto di ripristino viene creato automaticamente dal sistema ogni qual volta vi è una causa che altera la configurazione del sistema stesso, come potrebbe essere l'installazione di nuovo hardware e/o driver, di programmi o modifiche alle impostazioni generali del sistema stesso. Se Windows presenta un malfunzionamento dovuto ad esempio all'installazione di un nuovo driver è possibile richiamare l'utility Ripristino Configurazione di Sistema da start->programmi->accessori->utilità di sistema e selezionare uno dei punti di ripristino antecedenti al verificarsi del problema, una volta completato il wizard la macchina sarà riportata allo stato della data selezionata in cui tutto funzionava perfettamente, senza tra l'altro modificare o cancellare i dati utenti inseriti successivamente al punto di ripristino.

Richiamando il ripristino di configurazione di windows è possibile anche creare un punto di ripristino manualmente, utile ad esempio nel qual caso l'amministratore voglia salvare un'immagine del suo sistema, configurato in un certo modo, in un dato istante.

Possono però verificarsi dei casi di crash del sistema talmente gravi che diventa impossibile richiamare il ripristino di sistema tramite la normale gestione a finestre di Windows, come quando il desktop è completamente bloccato o quando Windows proprio non vuol saperne di avviarsi, in questi casi torna utile conoscere il path dell'eseguibile del Ripristino Configurazione di Sistema per poterlo richiamare da dos o da modalità provvisoria.

Per far partire Windows in modalità provvisoria vi sono due modi, il primo andare in start->esegui->"msconfig" ed invio, e posizionandosi sulla scheda BOOT.INI mettere il check su SAFEBOOT, al prossimo riavvio Windows ripartirà in modalità provvisoria. L'altro metodo consiste nel premere F8 durante la fase di boot della macchina, quest'ultima soluzione è ovviamente da preferire nel caso in cui come dicevamo pocanzi Windows non vuol saperne di avviarsi normalmente.

Una volta entrati nella modalità provvisoria, per richiamare il Ripristino Configurazione di Sistema basta andare in start->esegui e digitare il seguente path:

C:\Windows\system32\restore\rstrui.exe

Vedremo avviarsi il Wizard del Ripristino di sistema allo stesso identico modo di come facciamo richiamandolo dagli accessori e utilità dei programmi di Windows.

Se non si riesce ad avviare Windows nemmeno in modalità provvisoria, non ci resta che tentare la strada di richiamare il Ripristino Configurazione di Sistema da DOS, per fare ciò sempre al riavvio teniamo premuto il tasto F8 e selezioniamo questa volta la voce "Avvia con modalità prompt dei comandi", all'avvio della shell, al prompt digitiamo nuovamente il path assoluto dell'eseguibile del Ripristino Configurazione di Sistema, ovvero C:\Windows\System32\restore\rstrui.exe (sostituite C con la lettera della vostra unità d'installazione di Windows). Allo stesso modo dei precedenti ci compare il Wizard del Ripristino Configurazione di Sistema questa volta richiamato da dos, selezioniamo Ripristina uno stato precedente del computer e andiamo avanti, scegliamo il punto di ripristino a noi più congeniale, antecedente al verificarsi del problema e completiamo la procedura tramite l'intuitivo Wizard, una volta terminato dovremmo essere in grado di riavviare Windows normalmente e perfettamente funzionante.

 

Se il tool Ripristino Configurazione di Sistema di Windows non è sufficiente a risolvere il problema, probabilmete il danno è più grave di quel che si pensi, nulla di strano che si sia corrotto o cancellato qualche file di sistema, in questo caso possiamo provare a Ripristinare i file di Sistema di Windows, per chi volesse approfondire può leggere l'articolo che trova cliccando sul link stesso.

Categorie: Recovery | Windows

Tags: , ,

Commenti (4) -

Buonasera, parlando di Ripristinare uno stato precedente del Sistema, io invece quando voglio "fotografare" una determinata situazione del Registro, faccio Start->esegui->regedit->FileEsporta e così salvo il Registro di Sistema a quel preciso istante! Se poi mi servisse in caso di malfunzionamenti del pc, lo vado a ripristinare.
Perciò volevo chiederti: che differenza c'è fra la tua procedura sopra descritta, e quella che utilizzo io?? Agiscono entrambi allo stesso modo, cioè Ripristinando un precedente Stato del Registro di Configurazione? Oppure c'è qualche altra differenza fra le due?
Ti ringrazio anticipatamente, e complimenti per il tuo sito!
Ciao Luca

Rispondi

Buongiorno Luca,
potrei dire che il tuo modo di operare a mezzo backup del registro è un tentativo "manuale" di creare un'immagine del sistema ad un dato istante.
La differenza tra la procedura di ripristino implementata in Windows (non è una mia procedura) ed un semplice import di un file di registro precedentemente salvato è sostanziale. Il registro è vero che tiene traccia di "quasi" tutta la configurazione del sistema, come i driver, i programmi installati e quant'altro, però non effettua alcuna operazione "fisica" sul sistema mentre il ripristino si. Ti faccio un esempio per spiegarmi meglio, se tu ripristini un file di registro di una certa data, ma nel frattempo hai disinstallato un programma che non ti serviva, sebbene il tutto continui a funzionare nel registro importato ti ritroverai quella voce di programma che effettivamente non c'è più, oppure viceversa se installi un nuovo programma nel registro non c'è traccia e potresti avere dei malfunzionamenti nel suo uso; alla lunga ti ritroveresti con un registro sporco di voci superflui e/o mancanti, il registro stesso non avrebbe una perfetta corrispondenza con quella che è la configurazione hardware e software della tua macchina, creando così appesantimenti e possibili malfunzionamenti, pensa se lo stesso esempio lo applichi a driver e componenti hardware e non a dei meno fondamentali (per il sistema) programmi di livello applicativo.
Con la procedura di ripristino di Windows invece il tutto viene fatto per bene, non solo windows aggiorna le voci di registro in base alle modifiche effettuate ma si preoccupa anche di installare/disintallare tutto quello che c'era precedentemente e di tenere perfettamente sincronizzata e pulita la configurazione del PC allo stato (immagine) che tu hai richiamato.

Spero di essere stato chiaro, se desideri approfondire l'argomento registro posso suggerirti un mio articolo:
www.informaticando.net/.../...tema-di-Windows.aspx

Per ulteriori chiarimenti io sono sempre qui, scrivi pure quando vuoi, saluti Giorgio.

Rispondi

Ti ringrazio per la spiegazione. Sei stato chiarissimo, e per approfondire leggerò volentieri anche l'articolo del link indicato.
Ti saluto. Luca

Rispondi

Prego Luca è stato un piacere, se lo desideri puoi diventare fan e seguire informaticando.net anche su facebook.

Per qualsiasi altra domanda io sono sempre qui, alla prossima, Giorgio.

Rispondi

Pingbacks and trackbacks (1)+

Aggiungi Commento

biuquote
  • Commento
  • Anteprima
Loading