Disambiguare casi di omonimia nei nomi di città col geocode di Google Maps

Giorgio Borelli

Un potenziale problema che si presenta quando facciamo uso del Geocoding con Google Maps è quello dei casi di omonimia nei nomi delle città ritornate. Se provassimo a cercare in Google Maps la città di Siracusa, ci verrebbe ritornata la città di Syracuse dello stato di New York (NY). Questo problema di città con lo stesso nome si verifica più spesso di quanto si possa pensare, ed in ogni caso è necessario fare in modo che Google Maps ci ritorni la città che noi effettivamente desideriamo cercare.

Il problema è banalmente risolvibile, ed è legato sostanzialmente al cambio del paese di base al quale il geocoder delle mappe effettua la richiesta, andiamo a vedere come fare.

Prosegue...

Categorie: Google

Tags: ,

Realizzare un servizio previsioni meteo con Google Weather

Giorgio Borelli

Per realizzare un servizio previsioni meteo sul proprio sito web possiamo avvalerci delle Google Weather API, tramite di esso avremo a disposizione un file xml con le informazioni meteo della nostra città per tutta la settimana. Google Weather è un web service messo a disposizione di Google, in grado, una volta interrogato a mezzo http di fornire un file xml formattato in maniera tale da fornire precise informazioni sulle previsioni meteo in tutto il mondo.

L'interrogazione del servizio Weather di Google avviene tramite il classico protocollo http, e prevede diversi parametri, tra i quali è possibile specificare la città o il cap di cui si vuole la previsione meteo, eventualmente seguito dalla nazione, inoltre è possibile specificare anche la lingua in modo che il file xml fornito come risposta contenga i dati già nella lingua desiderata. Interrogare il servizio è molto semplice, andiamo a vedere come scrivere l'url per interrogare le Google Weather API.

Prosegue...

Categorie: Google

Tags: , ,

Fare Reverse Geocoding con Google Maps

Giorgio Borelli

Nell'articolo precedente abbiamo parlato di come fare Geocoding con Google Maps, ovvero ottenere da un dato indirizzo le coordinate geografiche di latitudine e longitudine. un'altra tecnica molto interessante, implementabile con le Google Maps è il Reverse Geocoding, l'esatto contrario del Geocoding, ovvero la possibilità di ricavare l'indirizzo dalle coordinate geografiche. Mettere appunto il reverse geocoding non è difficile, ed una volta capito come funziona il geocoding basta apportare delle semplice modifiche al codice per fare l'esatto contrario.

Ancora una volta per l'implementazione del Reverse Geocoding sfruttiamo le google geocoding API, andiamo a vedere come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

Fare Geocoding con Google Maps

Giorgio Borelli

Il Geocoding è un tecnica che consente di convertire l'indirizzo di una via, una piazza o più semplicemente del centro città, nelle corrispondenti coordinate geografiche di latitudine e longitudine. Per mettere appunto il geocoding anche questa volta le API di Google Maps ci vengono in aiuto fornendoci la classe geocoder che con facilità ci permette d'implementare questa funzionalità.

L'implementazione del Geocoding in Javascript non è difficile sfruttando le google geocoding API, andiamo a vedere come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

Rendere trascinabile (draggable) un marker sulla Google Maps

Giorgio Borelli

Il mondo delle Google Maps è veramente ampio e completo, tantissime sono le funzioni e le opzioni possibili offerte da questo servizio, giunto alla versione 3, una delle ulteriori possibilità offerte dalle mappe di google agli sviluppatori, è quella di poter rendere trascinabile (draggable) il segnaposto (marker) e di aggiungere a questa azione eventi all'interno della mappa che ci consentono in tal modo di ampliarne il comportamento. Attivare il trascinamento del marker in google maps è davvero semplice, basta agire su una proprietà dell'oggetto marker, andiamo a scoprire come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

Come gestire più marker in Google Maps

Giorgio Borelli

Gestire l'aggiunta di più segnaposto (marker) nella stessa Google Maps non è cosa difficile, le API V3 delle mappe di google mettono a disposizione una serie di oggetti veramente completi ed efficaci, per aggiungere pertanto più marker sulla mappa basterà sfruttare funzioni ed eventi delle API, mentre per la loro gestione, (ad es. cambio icona, titolo, posizione, etc. etc.), necessita di un piccolo workaround da parte nostra che prevede l'uso, ahimè!, di un array globale in Javascript contenitore dei nostri marker, la soluzione risulta comunque efficace, andiamo a scoprire come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

Cambiare l'icona del marker al mouseover in Google Maps

Giorgio Borelli

Continuiamo a parlare di Google Maps, un'altra esigenza molto sentita dagli sviluappatori nella implementazione della mappa, è quella di gestire l'evento onmouseover quando si passa sopra ad un segnaposto (marker) presente  sulla mappa. L'effetto del cambio di colore o dell'icona del marker quando il mouse vi passa di sopra, amplifica e migliora la visibilità e la user experience nella navigazione della mappa di google.

Implementare tale funzionalità non è difficile, basta conoscere il funzionamento degli eventi nelle mappe di google ed un pò di Javascript, andiamo a scoprire come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

Disabilitare lo zoom delle Google Maps durante lo scrolling del mouse

Giorgio Borelli

Le mappe di Google, giunte alla versione 3, sono un servizio indispensabile in diverse web application, sempre più spesso le vediamo integrate in portali e siti web dei più svariati settori,  offrendo così all'utente un utilissimo strumento e servizio di localizzazione. Pertanto renderle efficienti e funzionali migliora notevolmente la navigation experience dell'utente. A tal proposito bisogna dire che Google Map associa la funzione di zoom allo scrolling del mouse, quando quest'ultimo è posizionato sulla mappa. Tale funzionalità, non sempre risulta comoda, spesso si scrolla la pagina e ci si trova invischiati con lo zoom non appena il mouse entra all'interno dell'area della mappa. Fortunatamente è possibile disabilitare (o abilitare) detta funzionalità molto facilmente, basta settare un parametro tra le opzioni di creazione della mappa, andiamo a vedere come fare.

Prosegue...

Categorie: Google | Javascript

Tags: , ,

VS.PHP un Add-in per creare progetti PHP con Visual Studio

Giorgio Borelli

Scrivere codice e progetti PHP con Visual Studio tramite l'addin VS.PHP

Il PHP è sicuramente uno dei linguaggi lato server più diffusi ed usato per lo sviluppo web, sostenuto da una vasta ed attiva community, possiamo tranquillamente affermare che la maggior parte dei siti web vengono realizzati in PHP. A contrapporsi al PHP abbiamo ASP.NET, il potente ed anch'esso diffuso linguaggio per il web facente parte del .NET Framework di casa Microsoft. In rete e tra gli sviluppatori è sempre acceso il dibattito tra quale dei due linguaggi sia il migliore, diversi articoli e thread in forum di settore hanno affrontato l'argomento PHP vs ASP.NET, quasi sempre senza giungere ad una conclusione definitiva.

PHP ed ASP.NET, due scuole di pensiero diverso, due community agli antipodiAdesso io non voglio entrare nel merito della questione su quale tra questi due linguaggi, entrambi OOP (Object Oriented Programming), sia migliore, piuttosto vorrei soffermarmi sulla questione sviluppo o megllio editor di sviluppo. Per chi sviluppa applicazioni web basate su ASP.NET, è indubbio che lo strumento principe, l'IDE (Integrated Development Environment)  per eccellenza è Visual Studio, e per quanto se ne dica bene degli altri: NetBeans, Eclipse, JBuilder, etc. Visual Studio a mio avviso rimane il miglior editor per la creazione di applicazioni web e non solo che ci sia sul mercato, e se non siete d'accordo con me, quanto meno per gli sviluppatori .NET rimane l'ambiente più conosciuto ed apprezzato, pertanto dovendosi, magari per sopravvenute esigenze lavorative confrontarsi con il PHP, a malincuore pensano di dover abbandonare il loro editor preferito.

Probabilmente questo è solo un brutto ricordo, esiste infatti un addin per Visual Studio, VS.PHP, che una volta installato ci consente di realizzare e gestire applicazioni PHP all'interno di Visual Studio alla stessa identica maniera di ASP.NET. Non ci credete? Allora continuate a leggere questo articolo.

Prosegue...

Categorie: ASP.NET | PHP | Visual Studio

Tags: , ,

How To Fix: DRIVER_IRQL_NOT_LESS_OR_EQUAL

Giorgio Borelli

Schermata blu con l'errore DRIVER_IRQL_NOT_LESS_OR_EQUALWindows è crashato improvvisamente, mostrandovi la schermata blu con il messaggio d'errore DRIVER_IRQL_NOT_LESS_OR_EQUAL, beh! se leggete attentamente il messaggio vi dice che ha effettuato uno shutdown (arresto, spegnimento) forzato per prevenire danni all'hardware.

Tale errore che si presenta in maniera così improvvisa e inaspettata, fà trasalire gli utenti e la classica schermata blu di Windows che ne mostra il messaggio aumenta la sensazione di gravità del problema. Effettivamente non è propriamente una bella cosa o una eccezione banale, potrebbe anche essere coinvolto dell'hardware che andrebbe eventualmente sostituito, ma non è detto, possiamo salvarci anche con dei semplici accorgimenti, andiamo a vedere quali possono essere le possibili cause e soluzioni all'errore.

Prosegue...

Categorie: fix | Hardware | Recovery | Windows

Tags: , , ,